Categorie
animali Consigli vacanze Viaggi viaggiare

Ecco come organizzare una vacanza con il cane o il gatto

Se si pianifica una vacanza con i propri amati animali, è importante prepararsi adeguatamente per garantire un viaggio sicuro e piacevole per entrambi. AniCura, una famiglia di ospedali e cliniche veterinarie specializzate nella cura di gatti e cani da compagnia, offre preziosi consigli per affrontare al meglio un viaggio con il proprio animale domestico.

Pianificazione e preparazione del viaggio col tuo amico a 4 zampe

Fare una visita dal veterinario prima del viaggio: prima di partire, è fondamentale prenotare una visita dal veterinario di fiducia. Questo appuntamento permette di effettuare un controllo approfondito sulla salute del proprio animale, verificare se sono necessarie profilassi specifiche o aggiornamenti vaccinali, e ottenere eventuali documenti necessari per viaggiare.

Documenti in regola: assicurarsi di avere sempre con sé il libretto sanitario del proprio animale domestico, contenente tutte le informazioni sulle vaccinazioni effettuate. Se si sta pianificando un viaggio all’estero, verificare i requisiti specifici del paese di destinazione e procurarsi tutti i documenti necessari con anticipo.

Kit di pronto soccorso: Preparare un piccolo kit di pronto soccorso contenente articoli essenziali come forbicina, garze sterili, disinfettante e bende elastiche. Questo kit può essere prezioso in caso di piccole ferite o incidenti durante il viaggio.

Gattino in vacanza nel proprio trasportino

Fonte: AniCura

Un gatto nel trasportino per gli spostamenti in vacanza

Trovare una clinica veterinaria di riferimento: prima di partire, identificare una clinica veterinaria di riferimento lungo il tragitto. Strutture come le cliniche AniCura offrono servizi di pronto soccorso dedicati, disponibili 24 ore su 24, per affrontare qualsiasi emergenza veterinaria durante il viaggio.

Preparazione del trasportino e pianificazione dei pit stop: per i viaggi più lunghi, assicurarsi di portare con sé un trasportino adeguato al proprio amico a quattro zampe. Abituare gradualmente il proprio animale al trasportino alcuni giorni prima della partenza. Durante il viaggio, pianificare frequenti pit stop per consentirgli di sgranchirsi le zampe e fare i bisogni.

Considerare l’opzione di pensione per animali: Se il proprio peloso non gradisce i viaggi, considerare l’opzione di affidarlo a persone di fiducia o a strutture specializzate in pensioni per animali. Mai lasciare soli gli animali domestici e mai abbandonarli.

Organizzare una vacanza con il proprio cane o gatto richiede quindi una pianificazione meticolosa e un’attenzione costante alla sua salute e al suo benessere. Con i giusti accorgimenti e una corretta preparazione, è possibile vivere dei momenti spensierati e rilassanti con il proprio amico a quattro zampe. Le cliniche AniCura sono sempre a disposizione per garantire il benessere del proprio animale durante ogni fase del viaggio.

Categorie
animali litorali mare Riccione Riviera Romagnola Vacanze con animali Viaggi

Spiagge per cani a Riccione

Le spiagge per i cani a Riccione rappresentano il connubio perfetto per scoprire la località romagnola in compagnia del proprio amico a quattro zampe. Presenti in buon numero in tutta la cittadina, gli stabilimenti per i cani forniscono numerosi servizi ai pelosi senza dimenticare le esigenze dei loro proprietari in un contesto idilliaco di sabbia soffice e litorali ampi senza pericoli.

Oppure, è possibile fare il bagno con cani al seguito dalle ore 06.00 alle 7.30 del mattino e dalle 19.00 al tramonto nelle tre spiagge libere piazzale San Martino, piazzale Allende (in zona alba) e piazzale Roma.

Finalmente, non è più necessario “scegliere” tra un la vita da spiaggia e l’amicizia di uno dei compagni più fedeli.

La Spiaggia delle Donne, una delle più famose spiagge per cani a Riccione

Una delle spiagge per cani più famose di Riccione è quella presente nel lido delle Donne, zona 97 del lungomare. Questa è in grado di ospitare cani di piccola e media taglia, con spazi a loro dedicati nei quali potranno godersi un po’ d’ombra e acqua fresca.

La spiaggia delle Donne è probabilmente il luogo più celebre della città, dove gli amici a quattro zampe possono fare un po’ di siesta, ma di certo non è l’unico. L’accesso ai quadrupedi è consentito pure nella spiaggia 61 – Della Rosa, ubicata sul lungomare Repubblica. Per accedervi è necessario portare al guinzaglio il vostro cane e avere con sé un libretto sanitario aggiornato, che attesti le vaccinazioni effettuate sull’animale. Non lontano da questo lido, si trovano i Bagni Malibù, con ombrelloni, ciotole e vaporizzatori per assicurare il fresco gli animali.

I punti di riferimento per località dog-friendly del Mare Adriatico

Le zone del litorale che consentono l’accesso dei cani sono davvero numerose, rendendo Riccione uno dei punti di riferimento per le località dog-friendly del Mare Adriatico. Nella spiaggia Secondo 32 è possibile condurre il proprio cane in un’area attrezzata con docce, ombrelloni e fontanelle. Rispetto agli altri lidi, in questo, i cani possono muoversi liberamente senza guinzaglio o museruola. L’area è riservata e consente l’accesso principalmente ad animali di piccola e media taglia precedentemente vaccinati.

Chi ha un cane grande può invece andare ai Bagni Edo 33.
Questo stabilimento, attiguo al precedente, consente l’accesso pure a cani di taglia maggiore, fornendo box docce e materassini per i pelosi.

Chi vuole divertirsi un po’ mentre il proprio animale dorme, può dirigersi verso il Bagno Marcello & Anna, localizzato nella Zona 38. Qui, agli spazi personali per gli amici a quattro zampe, si affiancano le attività di svago per i padroni. Tutto finalizzato a rendere perfette le vacanze con gli animali. Perché allora non fare un po’ di palestra o giocare a calcio balilla mentre il proprio cane riposa tranquillo?

Ma siamo appena all’inizio. Riccione, infatti, come accennato è una località perfetta per vivere le vacanze balneari insieme ai propri amici a quattro zampe grazie a spiagge attrezzate e ben organizzate.

Tra queste, si sono aggiunte le spiagge Marano Beach 135 e 136 che hanno realizzato spazi dedicati ai proprietari di Fido grazie ai quali godersi l’ombra e il relax: l’area è fornita con ciotola d’acqua, appositi sacchetti igienici, brandina e ombrellone.
In più, lo stabilimento è dotato di vasche idromassaggio per il benessere degli animali di taglia medio-piccola: cromoterapia e idromassaggio consentiranno di trasformare il (spesso temuto) momento del bagno in un’occasione desiderata e attesa.

Ancora, molto accoglienti sono i Bagni Sawasdee 37, aperti dalle 6 alle 21, i Bagni Cicca 59 dove gli ombrelloni verdi vicino alla passerella sono dedicati a tutti coloro che non vogliono privarsi della compagnia dei loto pets, i Bagni Bice 48 in Lungomare Repubblica, il Bagno 53 Luciano e Renzo che riserva ombrelloni ai proprietari di uno o più cani, il Bagno Mulazzani 55 che mette a disposizione ombrelloni per cani di piccola taglia.

I Golden Beach 75 danno invece il benvenuto ai cagnolini di taglia contenuta con un’apposita Doggy Area con lettini e ombrelloni nonché sgambatoio con doccia, ciotola d’acqua fresca e un simpatico gadget.

Categorie
animali linee aeree Lombardia Milano New York Nord America Notizie Viaggi

Decolla dall’Italia la prima compagnia aerea per animali (e i loro padroni)

Volare con un amico a quattro zampe può essere un’ardua impresa, soprattutto in caso di un viaggio transatlantico. Tuttavia, da oggi anche in Italia si può usufruire del primo servizio al mondo di noleggio di jet privati condivisi pay-per-seat dedicato agli animali domestici, che consente di viaggiare con il proprio pelosetto in cabina.

In questi giorni, infatti, K9 JETS ha annunciato il lancio del suo nuovo volo, che collega New York e Milano, con comode connessioni per Los Angeles. Un’offerta presentata come ‘innovativa’, che mira a fornire un’esperienza di viaggio piacevole, senza compromettere comfort e benessere umano e canino.

K9 JETS: da Milano a New York in cabina con il proprio cane

Il servizio K9 JETS garantisce che i cani possano accompagnare i loro padroni nei viaggi transatlantici. Obiettivo della compagnia è fornire un ambiente sicuro e tranquillo per gli animali domestici durante il viaggio. Gli aeromobili sono, quindi, attrezzati per soddisfare le esigenze specifiche dei passeggeri a quattro zampe. Ogni cabina dispone di ampie zone pet-friendly, progettate per restituire un’atmosfera familiare. Inoltre, un team dedicato di esperti può assistere i passeggeri in tutti gli aspetti del viaggio, inclusa l’organizzazione del trasporto via terra e la garanzia del rispetto di tutte le normative pertinenti per i viaggi degli animali domestici.

In definitiva, zero stress per animali e padroni, con procedure di check-in semplici, nessuna preoccupazione per la salute e la sicurezza dei propri amici a quattro zampe, nessun trauma dovuto al trasporto in stiva, nessuna attesa dovuta alla consegna del trasportino post arrivo e nessuno sbalzo di temperatura. L’obiettivo è di risparmiare ai proprietari il tempo impiegato per spulciare le regole spesso diverse da una compagnia aerea all’altra.

Le norme della Federal Aviation Administration ammettono in cabina con il proprietario i cosiddetti animali da servizio, ossia i cani per non vedenti o di sostegno psicologico. Quelli di piccola taglia possono salire a bordo chiusi in una borsa da posizionare sotto il sedile, ma oltre i 10 chili bisogna ricorrere alla gabbia nella zona cargo. Quest’ultima opzione è particolarmente temuta dai pet parents a causa degli sbalzi delle temperature, della scarsa ventilazione e di potenziali problemi nelle operazione di carico e scarico. Alcune linee aeree non consentono a determinate razze di volare, tra queste bulldog, pitbull e mastini.

Stando alle stime del Department of Transportation del 2023, circa 200 animali, quasi tutti cani, sono morti in volo negli Stati Uniti nell’ultimo decennio. K9 JETS è stata, quindi, fondata in risposta al crescente desiderio dei proprietari di animali domestici di spostarsi con i propri pelosi al seguito in tutta sicurezza e garantendo il massimo comfort.

“La nostra missione è quella di eliminare lo stress spesso associato ai viaggi con animali domestici, consentendo ai proprietari di creare ricordi indimenticabili delle vacanze senza preoccuparsi dei loro amici pelosi”, ha dichiarato Adam Golder, fondatore e client director di K9 JETS.

Volare con i propri animali da Milano: le date

Un volo a bordo del jet privato dedicato ai viaggi degli animali domestici con rispettivi padroni offre una vera e propria esperienza a 5 stelle (o, se vogliamo, a 5 zampe), e in quanto tale per il momento certamente non accessibile a tutte le tasche. I voli K9 JETS saranno disponibili mensilmente da Milano Malpensa a Teterboro, lo scalo per jet privati alle porte di New York, a partire dal 23 maggio.

Ecco le date per la tratta Milano-New York:

  • 23 maggio
  • 30 giugno
  • 25 luglio
  • 29 agosto
Categorie
animali attrazioni turistiche italiane e internazionali Notizie Viaggi viaggiare

Stop ai pacchetti di viaggio che prevedono attrazioni con animali

Basta aprire un qualsiasi social network per ritrovarsi invasi di foto di turisti con animali. Certo, il più delle volte non si hanno brutte intenzioni, ma in molte circostanze quelle graziose creature soffrono e, anzi, in alcune situazioni vengono persino maltrattate, senza che il turista se ne accorga. Nonostante questo, nel corso del tempo ha sempre più preso piede una forma di turismo che impiega diverse specie animali come una vera e propria attrazione: i WTA (wildlife tourist attractions).

Si tratta di un settore che non è del tutto chiaro, perché mentre noi pensiamo di investire soldi in attività che potrebbero aiutare e sostenere la vita degli animali, in realtà in diverse circostanze non è affatto così: l’elefante thailandese che porta a spasso i turisti soffre, così come il leone sedato in una gabbia. Sì, ci sono anche delle eccezioni come i santuari, dei centri che si occupano del recupero e riabilitazione degli animali selvatici per poi consentire un naturale reinserimento all’interno del loro habitat: qui gli animali sono controllati ma anche liberi e il turista può osservarli in tutta la loro naturalezza. Purtroppo, però, non è sempre così.

Per questo motivo, uno dei più importante tour operator del Regno Unito ha deciso di eliminare dal suo catalogo i pacchetti di viaggio che prevedono attrazioni con animali.

La nuova politica di easyJet Holidays

Il tour operator in questione è easyJet Holidays che ha fatto sapere, per mezzo di comunicato stampa, che è stata delineata una nuova politica rivolta al benessere degli animali: prevede l’impegno ad offrire solo esperienze che non minaccino il benessere, la conservazione e il loro importante ruolo nell’ambiente globale.

Si tratta di una politica che incorpora le linee guida ABTA sul benessere degli animali e nata in seguito a diverse consultazioni effettuate con alcune organizzazioni per i diritti degli animali, tra cui World Animal Protection. easyJet Holidays ha anche affermato che che incoraggerà gli hotel partner a seguire la medesima politica sul benessere degli animali.

In sostanza: easyJet Holidays non promuoverà  e non offrirà più attrazioni turistiche che potrebbero essere dannose per gli animali, compresi zoo e parchi marini, spettacoli con animali, giostre ed eventi sportivi che coinvolgono queste preziose creature. In più, l’azienda continuerà la sua lotta contro lo spreco alimentare negli hotel e, in generale, per rendere il turismo,  e tutte le sue sfaccettature, un’attività più più rispettosa del pianeta e di chiunque lo abiti.

Le dichiarazioni degli “addetti ai lavori”

Matt Callaghan, Chief Operating Officer di easyJet Holidays, ha dichiarato: “Essendo uno dei più grandi tour operator, ci impegniamo a essere leader del settore quando si tratta di viaggi responsabili. Le nostre ricerche ci dicono che le esperienze di viaggio sostenibili sono importanti per i nostri clienti, quindi vogliamo rendere loro più facile trascorrere vacanze migliori”.

Ha poi continuato sottolineando che: “Siamo appassionati della protezione e del rispetto di tutte le forme della natura nelle destinazioni in cui offriamo vacanze, motivo per cui abbiamo deciso di non offrire o promuovere attrazioni che potrebbero sfruttare gli animali all’interno del nostro programma di tour e attività. Sappiamo che i tour e le attività sono un modo brillante per vivere le nostre destinazioni di vacanza, quindi non vediamo l’ora di continuare a offrire esperienze più sostenibili e responsabili ai nostri clienti per migliorare ulteriormente la loro meritata vacanza”.

Katheryn Wise, responsabile delle campagne sulla fauna selvatica presso World Animal Protection UK, ha invece fatto sapere che: “easyJet Holidays ha davvero fatto un passo avanti a favore degli animali con questa politica forte e ambiziosa sul benessere degli animali. Fin dall’inizio easyJet Holidays è stata chiara nell’impegnarsi ad offrire ai propri clienti un’assistenza responsabile, opzioni di viaggio rispettose della fauna selvatica ed è stato un piacere lavorare con un’azienda focalizzata sull’ascolto dei propri clienti e sulla scelta di non trarre profitto dall’intrattenimento della fauna selvatica in cattività. È attraverso la collaborazione e un impegno come questo che possiamo davvero aspettarci di vedere un cambiamento duraturo per animali selvatici in tutto il mondo.”

Categorie
animali linee aeree Vacanze con animali Viaggi

Volare e trasportare animali: regole e costi Ryanair

Molte persone, preoccupate per il benessere dei propri animali domestici, organizzano i loro viaggi con largo anticipo per potersi assicurare che sia tutto in ordine al momento della partenza. Quando si tratta di volare con un cane o un gatto, tuttavia, la situazione potrebbe diventare complicata. Non tutte le compagnie aeree accettano animali a bordo, a parte alcune precise eccezioni. Tra queste c’è anche Ryanair, che permette di far salire solamente cani guida o da assistenza – e comunque bisogna rispettare alcuni importanti requisiti. Ecco tutte le informazioni necessarie.

Ryanair, viaggiare con un animale domestico

Come abbiamo già anticipato, la compagnia aerea low cost Ryanair, che ha base in Irlanda, non accetta animali da compagnia a bordo. L’unica eccezione è per i cani guida o da assistenza, i quali possono volare insieme al loro proprietario con bisogni speciali. C’è tuttavia un rigido regolamento da rispettare. Innanzitutto, il viaggio è possibile solo su alcune tratte: tali animali possono salire su voli nazionali e su quelli interni all’Unione Europea, mentre non sono accettati su quelli per/da Israele e Marocco.

I cani guida o da assistenza, per poter volare con Ryanair, devono essere in possesso di un passaporto per animale da compagnia o, nel caso in cui il proprio Paese non rilasci tale tipo di documento, di un certificato sanitario veterinario ufficiale, a dimostrazione che l’animale rispetti le norme del Pet Travel Scheme. Naturalmente, il passaporto deve essere sempre aggiornato e presentare tutti i vaccini richiesti (effettuati nei giusti limiti temporali) per l’ingresso nel Paese verso cui si viaggia.

Oltre al passaporto o al certificato sostitutivo, i cani guida o da assistenza devono essere in possesso di una documentazione che confermi la sua affiliazione ad una delle seguenti organizzazioni: l’International Guide Dog Federation (Federazione Internazionale dei Cani Guida), l’Assistance Dogs International (ADI) e l’Assistance Dogs UK (per chi vuole fare ingresso nel Regno Unito o in Irlanda). I cani guida o da assistenza devono poi essere addestrati per il loro compito, devono viaggiare in cabina ai piedi del passeggero e devono essere dotati di idoneo sistema di ritenzione per il decollo e l’atterraggio.

È consigliabile avvisare Ryanair della presenza di un cane guida o da assistenza al momento della prenotazione, per evitare disguidi: c’è infatti un limite massimo di quattro cani per ogni aereo, e il servizio potrebbe non essere disponibile se non richiesto in anticipo. I cani possono viaggiare gratuitamente, in presenza di tutti i requisiti fin qui specificati: non viene dunque richiesto il pagamento di alcun sovrapprezzo per il volo.

Le regole generali per volare con cane o gatto

Anche se Ryanair non permette di volare con un animale domestico (ad eccezione di quanto abbiamo visto sopra), ci sono molte altre compagnie aeree che lo consentono. Bisogna tuttavia rispettare alcune regole generali, che si sommano eventualmente a norme più restrittive adottate dal singolo vettore. Cani e gatti devono sempre viaggiare all’interno del loro trasportino o di un’apposita gabbia, devono essere in possesso di passaporto o tessera sanitaria che certifichino il loro essere in regola con le vaccinazioni e devono avere un chip di identificazione.

Sempre in via generale, se un cane pesa più di 10 kg (il limite cambia da compagnia a compagnia) può viaggiare solamente in stiva. È inoltre previsto il pagamento di un sovrapprezzo ed è obbligatorio specificare la presenza di un animale domestico al momento della prenotazione. Bisogna infine ricordare che alcuni vettori non accettano di far volare determinate razze, soprattutto quelle brachicefale o a naso camuso, perché potrebbero soffrire durante il viaggio.

Categorie
animali linee aeree Vacanze con animali Viaggi viaggiare

Le compagnie che accettano i cani in cabina

Vorremmo organizzare un bel viaggio portando con noi il nostro cane, ma ci fermiamo spesso al pensiero che dovremmo prendere un volo nel quale il nostro amico a quattro zampe potrebbe essere messo in stiva, lontano da noi e forse impaurito. È importante sapere che, seguendo alcune regole dettate da ciascuna compagnia aerea, in molti casi è possibile viaggiare con il nostro cane in cabina.

Le regole per viaggiare in aereo con i propri animali, che valgono per la quasi totalità dei voli aperti al loro trasporto, riguardano il peso degli stessi, che non deve solitamente superare gli 8/10 chili, l’uso del trasportino e la presentazione di una documentazione specifica. Al di sopra della soglia di peso prestabilita, il cane dovrà essere posto in stiva. Ogni vettore ha le proprie regole, che possono essere trovate solitamente sul relativo sito web ufficiale. Ma quali sono le compagnie aeree che accettano i cani in cabina?

Quali compagnie aeree accettano cani in cabina

Sono ormai numerosi i vettori che accettano i cani a bordo insieme ai propri padroni. Ogni compagnia ha le proprie regole ed è bene informarsi opportunamente prima di intraprendere un viaggio in aereo con il nostro amico peloso.

ITA Airways, la compagnia di bandiera italiana, consente il trasporto in cabina dei cani fino ai 10 chili e solo se mantenuto all’interno di un trasportino, meglio se morbido o semirigido. Per la singola tratta, il supplemento da pagare per poter tenere il cane in cabina è di 73 euro per voli nazionali, 95 euro per voli in Europa e Nord Africa (ad esclusione dell’Egitto), e 210 euro per il resto del mondo.

Delta Airlines, celebre compagnia americana, è stata tra le pioniere nel trasporto di cani e altri animali domestici di piccole dimensioni in cabina. La regola generale è che il trasportino, ventilato, possa essere posizionato comodamente sotto il sedile. Vigono alcune limitazioni per animali provenienti da determinati luoghi del mondo (è essenziale consultare sempre le regole della compagnia prima di organizzare il viaggio). Per i voli da/per gli Stati Uniti, Canada e Porto Rico il supplemento di Delta Airlines per il trasporto del nostro amico a quattro zampe è di 95 euro. Per voli al di fuori degli Stati Uniti, invece, il prezzo richiesto è di 200 euro. Inoltre, il cucciolo deve avere almeno 4 mesi di vita per poter volare.

Volotea ammette in cabina i nostri amici pelosi che abbiano almeno 2 mesi di vita, sempre che restino nel loro trasportino che dovrà avere dimensioni massime di 50x40x20 cm. Il peso totale del cane insieme al trasportino e agli accessori necessari non dovrà superare i 10 chili. Inoltre, é concesso portare con noi un solo animale. Aggiungere al proprio volo il nostro amico a quattro zampe costa 39 euro se fatto durante l’acquisto online, 44 euro se tramite call center e 60 euro se acquistato in aeroporto.

Anche la compagnia di bandiera spagnola Iberia permette di trasportare in cabina il nostro cane. Le regole sono simili a quelle delle altre compagnie. Il trasportino può contenete anche più animali insieme, a patto che il peso massimo sia di 8 chili (compreso il contenitore, le cui dimensioni non devono superare i 45x35x25 cm). Tariffa per il trasporto di cani in cabina con Iberia: dai 25 ai 300 euro a seconda della destinazione.

La compagnia olandese KLM accetta i cani in cabina, ma solo per voli effettuati all’interno dell’Europa. Anche in questo caso il peso totale dell’animale e del trasportino non dovrà superare gli 8 chili. Il prezzo per il nostro cane in cabina? dai 30 ai 200 euro a seconda della destinazione di viaggio.

Le compagnie che non accettano cani in cabina

La maggior parte delle compagnie aeree low cost, tra le quali le più note easyJet, Wizzair e Ryanair, non permettono il trasporto di cani e altri animali né in stiva, né in cabina, anche se di piccole dimensioni. L’unica eccezione viene concessa con i cani guida o di assistenza, che possono accompagnare il proprio padrone in aereo e senza costo aggiuntivo (verificare sempre sul sito web della compagnia su quali tratte è possibile tale opzione).

Il consiglio è sempre quello di informarsi in merito alle politiche adottate da ogni compagnia aerea sul trasporto di cani e di altri animali domestici, per non incappare in brutte sorprese e viaggiare in totale tranquillità insieme al nostro adorabile amico a quattro zampe.

Categorie
animali camping vacanza natura vacanze Vacanze con animali Viaggi

5 glamping pet friendly in Italia

Campeggiare, farlo con tutti i comfort del caso e in compagnia dei propri animali? Si può fare, basta selezionare un glamping pet friendly, per vivere una vacanza immersi nella natura, senza doversi preoccupare di cosa fare con il proprio pelosetto.

Un’opzione per trascorrere del tempo insieme ed evitare di dover trovare pensioni per animali o qualcuno che si prenda cura di loro mentre si va in vacanza.  In Italia ci sono alcune strutture tra le quali scegliere, chiaramente è sempre bene informarsi direttamente di volta in volta per capire le varie regole e le taglie di animali accettati, e poi partire con il proprio cane o gatto, per trascorrere una vacanza insieme, all’insegna della serenità in siti spettacolari.

Cinque glamping pet-friendly tra cui scegliere per una vacanza con il proprio pelosetto preferito, senza stress o preoccupazioni e senza dover rinunciare a trascorrere del tempo insieme.

Nord Italia: i glamping per una vacanza con i propri amici a quattro zampe

Chi ha un animale lo sa: separarsi è sempre difficile e la lontananza non fa bene a nessuno dei due. Inoltre, quando si pianifica una vacanza e non si può portare con sé il proprio amico a quattro zampe, si incorre in spese aggiuntive per potergli trovare una pensione in cui stare o una persona che se ne possa prendere cura.

La soluzione migliore, quindi, è portarlo con sé. Se si opta per il glamping è bene sapere che ci sono alcune strutture che permettono la presenza di pelosetti. Come il Glampig Canonici di San Marco che si trova a Mirano – Venezia: un luogo affascinante e che promette di regalare ai propri ospiti un’esperienza indimenticabile. Sul sito segnalano – tra le regole di ospitalità – che è ammesso un solo animale per alloggio se di taglia media o grande. Due, in caso di taglia piccola. È previsto un supplemento di pulizia.

L’agriturismo Crose in Piemonte, invece, affitta tende eco-lodge per un’esperienza glamping confortevole. Se si sceglie l’alloggio specifico per soggiornare con il proprio cane, è bene sapere che è adatto fino a 4 persone, ha due camere, la cucina e un’area vicina dove far giocare il pelosetto in libertà.

Centro Italia, i gamping pet friendly

Anche nel centro Italia vi sono diverse strutture nelle quali è ammessa la presenza degli animali: tra i glamping pet friendly selezionati vi è il Camping Village e Glamping Etruria in Toscana. Si trova, come viene segnalato sul sito, immerso nella natura a Marina di Castagneto Carducci tra pineta e mare: sono ben accetti i cani di taglia piccola e media, sono disponibili tutte le case mobili, bungalow, piazzole, ma anche la tenda glamping Kenya. C’è, inoltre, un’area a loro dedicata perché possano correre in libertà, uno spazio per lavarli e una spiaggia libera dove poterlo portare con sé.

L’International Glamping Lago di Bracciano prevede, secondo quanto riportato sul loro sito, la possibilità di portare con sé gli amici a quattro zampe a fronte di un supplemento giornaliero: la struttura può mettere a disposizione anche il caravan con patio, ma non son ammessi i cani con un peso che supera i 30 chilogrammi.

In Sardegna con il proprio animale da compagnia

Ci sono strutture anche nel sud Italia e nelle isole, dove si può soggiornare facendo glamping in compagnia del proprio animale da compagnia. Nel sud est della Sardegna, a Capo Ferrato, c’è il Tiliguerta, un glamping village pet friendly con tanto di spiaggia per trascorrere tutto il tempo della vacanza insieme.

Queste sono solo cinque delle diverse strutture disseminate lungo la penisola in cui si può andare in vacanza senza lasciare a casa il proprio amico a quattro zampe. Fondamentale, prima di prenotare e partire, capire i regolamenti di ogni struttura e porre ogni domanda del caso: ogni glamping ha le proprie regole, che possono anche variare.

Categorie
animali linee aeree Vacanze con animali Viaggi viaggiare

Animali: le regole per portarli sull’aereo

Stiamo per partire e vogliamo portare i nostri amici a quattro zampe con noi? Se il viaggio prevede l’uso dell’aereo, è bene informarsi e conoscere le regole relative agli animali, prima di procedere con la prenotazione. Ovviamente va ricordato che ogni compagnia aerea ha i propri regolamenti, da consultare con estrema attenzione prima di acquistare i biglietti, ma ci sono alcune norme generali che potrebbero andare bene più o meno per tutte.

Ci sono documenti che potrebbero servire, ma anche richieste che vengono avanzate affinché il volo sia comodo per tutti, compresi gli altri passeggeri.

Se l’idea di viaggiare senza il proprio animali è impensabile, quindi, è bene sapere che ci si deve informare per tempo su tanti aspetti diversi: dalla documentazione prevista, fino a trasportini guinzagli e museruole.

Regole per viaggiare in aereo con i propri animali

Ci sono diverse regole per viaggiare in aereo con i propri animali da compagnia: da quelle sulla documentazione richiesta, al dove verranno ospitati per tutta la durata del viaggio. È bene sottolineare, comunque, che non tutte le compagnie aeree accettano il trasporto di animali e che le richieste possono anche variare da una all’altra.

Ad esempio, Ryanair o Wizz Air non ammettono animali domestici, ma solo quelli che fungono da guida (per Ryanair con l’esclusione di alcune tratte). Lufthansa, invece, lo permette, ma c’è un elenco di regole da seguire. Quindi come prima cosa, quando si decide di volare con il proprio animale, è bene capire se la compagnia lo permette e quali sono le direttive da seguire.

Sul sito Your Europe dell’Unione Europea viene spiegato, ad esempio, che per viaggiare negli stati comunitari serve il microchip, alcune certificazioni sulle vaccinazioni e il passaporto. Anche in questo caso, comunque, leggere con attenzione che cose viene richiesto dalle varie compagnie.

Dove viene collocato l’animale e le altre regole

L’animale, in genere al di sotto degli 8/10 chilogrammi, viaggia in compagnia del proprio padrone in cabina e dentro un trasportino. Se più grande, invece, viaggia in stiva: nessun timore per le condizioni o le temperature, che si allineano con quelle per i passeggeri.

Ci sono alcune limitazioni e anche queste vanno valutate con attenzione leggendo le regole della compagnia aerea con la quale si intende viaggiare. Inoltre, va ricordato che in aeroporto gli animali devono essere condotti con il guinzaglio e potrebbe essere richiesta anche la museruola. La regola di base è informarsi bene prima di partire, per non incappare in brutte sorprese. Gli animali che viaggiano in aereo pagano un biglietto, in genere sono esclusi i cani guida.

I consigli per viaggiare in aereo con i propri animali

Ma come rendere l’esperienza del viaggio il più confortevole possibile per il proprio animale? Innanzitutto, è bene prepararli in anticipo, soprattutto all’uso del trasportino dentro il quale dovranno passare le ore del volo. Quindi, un po’ alla volta, gli si può far prendere confidenza con l’ambiente, aumentando di giorno in giorno il tempo di permanenza al suo interno.

È bene farli bere e mangiare almeno qualche ora prima della partenza, ma anche portare con sé acqua e cibo. Per evitare spiacevoli inconvenienti nel trasportino va inserita una traversina assorbente.

Se restano da soli, poi, bisogna lasciargli un giochino e – proprio come quando erano cuccioli – un capo di abbigliamento o una coperta impregnata del vostro odore. Un trucco per aiutarli a sconfiggere la malinconia.

Proprio come può capitare a noi, anche il nostro animale dopo un lungo volo potrebbe avere il desiderio di muoversi un po’. Quindi, una volta giunti a destinazione, se possibile lasciamo che faccia una passeggiata o che giochi in libertà. E facciamolo anche noi.

Categorie
animali luoghi romantici Notizie parchi naturali San Valentino vacanza natura Viaggi

In questo parco gli animali celebrano San Valentino con dolci baci

È finalmente giunto il momento più dolce dell’anno, il giorno in cui l’amore permea l’aria e avvolge tutto ciò che ci circonda. E non sono solo gli esseri umani ad essere travolti dalla magia di San Valentino! Anche i nostri amici animali, con le loro tenere effusioni, ci ricordano che questo sentimento non conosce barriere di specie.

Lo sanno bene gli ospiti del Parco Faunistico Le Cornelle che, con i loro gesti affettuosi, ci ricordano quanto sia profondo e universale il linguaggio dell’amore. È un’emozionante conferma di quanto il sentimento più puro possa unire anche le anime più disparate. Accompagnati da teneri abbracci e piccoli baci, questi incontri ci rivelano che l’amore è universale e si manifesta in ogni forma di vita. Sono immagini dolcissime che ci ricordano quanto sia bello e prezioso il legame che ci unisce tutti, indipendentemente dalle nostre differenze.

L’amore selvaggio avvolge il Parco Faunistico Le Cornelle

Parco Faunistico Le Cornelle

Fonte: Leonardo Delfini per Parco Faunistico Le Cornelle

Parco Faunistico Le Cornelle

Nel Parco Faunistico Le Cornelle, la bellezza della natura si manifesta non solo nella sua vastità e diversità, ma anche nell’intimità e nella delicatezza dei legami che si creano tra le sue creature. Tra le 120 specie ospitate, dalle maestose foche ai veloci ghepardi, dalle eleganti gru agli imponenti ippopotami, dai fieri leoni ai grintosi puma, ogni animale sembra essere contagiato dalla poesia di San Valentino.

Le foche, con la loro grazia e agilità, si scambiano dolci carezze mentre si divertono nell’acqua cristallina dei loro habitat. Le gru, invece, con le loro danze eleganti e maestose, si uniscono tra i riflessi dorati del sole che filtrano tra gli alberi, creando uno spettacolo di bellezza e armonia. E poi ci sono i leoni, simbolo di forza e regalità, che si riposano fianco a fianco sotto la calda luce del sole, offrendo un raro spettacolo di pace e serenità, mentre i puma si accoccolano vicini in un abbraccio fraterno.

Quindi, mentre ti avventuri tra i sentieri ombrosi e gli ambienti naturali del parco, lasciati trasportare dall’emozione di questo amore selvaggio, che celebra la forza del nobile sentimento nella sua forma più pura e autentica.

Un viaggio emozionante nel cuore della natura

Fondato nel lontano 1981, il Parco Faunistico Le Cornelle, situato nelle vicinanze di Bergamo, rappresenta un’oasi di meraviglia naturale estesa su una superficie di 126.000 metri quadrati. Qui, oltre 120 specie di animali, tra mammiferi, volatili e rettili, convivono in un ambiente che riflette la bellezza e la diversità della vita selvaggia. Il nome stesso del parco deriva dai sassi levigati del vicino fiume Brembo, chiamati appunto cornelle, che conferiscono un’atmosfera unica e suggestiva a questo luogo suggestivo.

I visitatori possono immergersi completamente nella natura, esplorando a piedi un percorso didattico che permette di osservare gli animali nel loro ambiente naturale. In alternativa, è possibile optare per una visita guidata condotta da esperti naturalisti, che arricchisce ulteriormente l’esperienza offrendo conoscenze approfondite sulla vita e sui comportamenti degli animali.

Tra le numerose attrazioni, la Selva Tropicale si distingue per la sua capacità di ricreare l’atmosfera unica della foresta pluviale, mentre la zona denominata Pinnawala è il regno degli elefanti, in cui è possibile osservare questi magnifici animali nel loro habitat simulato. Dalla Savana con le sue antilopi, zebre e rinoceronti, all’Oasi dei Ghepardi, fino all’isola di Aldabra che riproduce fedelmente un’isola dell’Oceano Indiano, popolata dalle rare tartarughe delle Seychelles, ogni angolo offre un’opportunità unica e una lezione preziosa sull’importanza della conservazione e del rispetto per il nostro pianeta.

Parco Faunistico Le Cornelle

Fonte: Leonardo Delfini per Parco Faunistico Le Cornelle

Parco Faunistico Le Cornelle
Categorie
animali luoghi misteriosi Notizie Viaggi

50 animali giganti stanno brillando questa città italiana: è magia

Quando il calendario segna la fine di novembre gli amanti del Natale sanno che non si può più attendere: è questo il momento di organizzare grandi e straordinari viaggi per scoprire tutte quelle destinazioni del mondo che in questo periodo indossano il loro abito più bello. Luci scintillanti, decorazioni sontuose, alberi maestosi e mercatini: il periodo dell’Avvento ci catapulta in una fiaba natalizia tutta da vivere e da condividere.

I luoghi da raggiungere sono tantissimi e tutti sono destinati a incantare: capitali europee, città d’arte, borghi e villaggi mostrano il loro aspetto più smagliante e ci invitano a girare il globo in lungo e in largo. Tuttavia non c’è bisogno di volare dall’altra parte del mondo per toccare con mano l’incanto del periodo perché anche l’Italia si è appropriata dello spirito natalizio.

Lo ha fatto anche Fasano, la città pugliese incastonata tra Bari, Brindisi e Taranto. Proprio qui, infatti, 50 animali giganti stanno illuminando di magia le strade, i quartieri e le piazze del centro storico. E quale occasione migliore, se non quella del Natale, per riscoprire la Puglia?

Un magico e scintillante Natale in Puglia

Il nostro viaggio di oggi ci porta nel Sud dello Stivale, e più precisamente a Fasano. La città in provincia di Brindisi ha cambiato il suo look per festeggiare i 50 anni dello Zoosafari e per regalare a cittadini e viaggiatori un’esperienza unica durante il periodo di Natale e non solo.

“Luci di Natale a Fasano: The World of Animals”, questo il nome del progetto promosso dal comune che ha dato vita a un percorso immersivo che ha trasformato le strade del centro storico in un museo a cielo aperto. Protagoniste di questa esperienza sensoriale sono delle sculture luminose a tema, dalle fattezze straordinarie, che saranno incorniciate da luminarie e video proiezioni che renderanno unico il Natale a Fasano.

Luci di Natale a Fasano: The World of Animals

Fonte: Ufficio Stampa

The World of Animals: il centro storico diFasano si trasforma in una giungla urbana

50 animali giganti e scintillanti stanno illuminando Fasano

Così bella, Fasano, non l’avete vista mai. Grazie al progetto The World of Animals, la città si è trasformata in una giunga urbana tutta da esplorare. E quale periodo migliore, se non quello dell’Avvento, per lasciarsi conquistare dalla magia di questo percorso scintillante?

Per l’occasione, in città, sono sbarcati orsi polari, pinguini e gorilla. E poi, ancora, scimmie, giraffe, elefanti, farfalle e leoni. Sono 50, in totale, gli esemplari che stanno popolando e animando il cuore storico della città. Lo fanno per festeggiare il 50esimo anniversario dello Zoosafari di Fasano, che è il più grande parco zoologico del Paese, nonché secondo in Europa, e lo fanno anche per invitare i viaggiatori provenienti da ogni dove a scoprire tutta la meraviglia del Natale in Puglia.

Quello che vi aspetta è anticipato dalle prime fotografie diffuse: uno spettacolo di luci e colori visitabile tutti i giorni, e a ogni ora, in maniera totalmente gratuita. Una galleria d’arte en plein air incantata che è stata inaugurata il 18 novembre e che resterà a disposizione dei cittadini e dei viaggiatori fino al 13 febbraio 2024.

Distrincandosi tra le maestose installazioni, sarà possibile raggiungere Piazza Ciaia, la piazza cittadina che ospita un albero di Natale dalle fattezze straordinarie addobbato con decorazioni luminose a forma di animali. Tutto intorno, invece, uno show di luci, colori e proiezioni animerà le facciate delle principali chiese cittadine con le immagini di opere d’arte sacre legate al mondo faunistico.

The World of Animals

Fonte: Ufficio Stampa

The World of Animals: la magia del Natale prende vita a Fasano