Categorie
Cipro Europa Idee di Viaggio itinerari culturali Movida Nicosia Viaggi

Strovolos, cosa vedere e cosa fare assolutamente nel quartiere cipriota

Stai organizzando una vacanza a Cipro, esattamente nel distretto di Nicosia? Strovolos è un comune cipriota che ha tanto da offrire, tra arte, cultura e una vivace vita notturna. Dopo aver ottenuto lo status di comune nel 1986, è annesso all’area metropolitana di Nicosia: non mancano hotel e alberghi dove soggiornare, per un comfort impareggiabile. Ti raccontiamo Strovolos: cosa fare, cosa vedere e le attrazioni da non perdere.

Strovolos, informazioni da sapere prima di partire

Siamo a Nicosia, nella Capitale di Cipro, una città con un’atmosfera suggestiva, in grado di evocazioni emozioni. La capitale cipriota è suddivisa in comuni e quartieri, e tra questi troviamo Strovolos, che si distingue per essere una zona piuttosto apprezzata dai turisti per la presenza di ristoranti, bar, hotel, locali. Ma non solo. Un comune assolutamente ben servito e ben collegato, infatti dista appena 7 minuti in auto dal Museo Nazionale di Cipro, che suggeriamo assolutamente di vedere.

Cosa vedere e cosa fare a Strovolos, anche nei dintorni

Osservando gli edifici lungo le strade, sappiamo di trovarci in un luogo relativamente nuovo, di recente costruzione, che non ha una lunga storia alle spalle. Eppure, è il terzo comune più grande dell’Isola e le storie e le leggende di cui è protagonista risalgono fino all’VIII secolo. Oltre a questo, è un quartiere che si è affermato rapidamente come tra i preferiti dai turisti e dai viaggiatori, anche in virtù della vicinanza con alcune delle attrazioni più apprezzate, come il Museo Municipale Leventis di Nicosia (10 minuti in auto) e la Galleria AG Leventis (9 minuti in auto). Un modo per arricchirsi culturalmente e umanamente e per scoprire gli antichi fasti di Cipro. Ad appena 11 minuti in auto, invece, si può raggiungere Ledra.

Perché è tanto apprezzata Strovolos? Per i comfort moderni, gli spazi verdi – che la rendono ideale per una vacanza con i bambini – o ancora per l’accoglienza e la calorosità della gente del posto. Come raccontare la bellezza di Strovolos? Forse parlando di una delle chiese più belle della zona, ovvero la Chiesa di Agia Marina, che è “nascosta” in una foresta, alla fine della via Apostolou Varnava (si può accedere anche dalla via Ayias Marinas). Le sue dimensioni non sono immense, ma è progettata nei minimi particolari, realizzata in pietra con un pergolato in legno. All’interno, non mancano dipinti da osservare.

Da segnare nel proprio itinerario la Galleria K & Cypria Auctions, una galleria di belle arti e antiquariato, oltre che una casa d’aste che i turisti suggeriscono caldamente. Una delle attività più raccomandate, invece, è l’Acropolis Park: una zona che si trova in una via pittoresca, con una vegetazione lussureggiante e completa di ogni servizio a Strovolos. Il divertimento qui è su misura di tutta la famiglia, dal momento in cui è disponibile un parco giochi, un bar-ristorante dove fermarsi a mangiare e un campo da basket dove mettere alla prova le proprie abilità. Naturalmente, puoi arricchire la tua vacanza visitando Nicosia, la Capitale di Cipro: l’ultima città del mondo occidentale che è ancora oggi divisa in due dalla “Linea Verde”, tra chiese ortodosse, mura veneziane e musei imperdibili.

Categorie
Cipro Europa Idee di Viaggio itinerari culturali Nicosia Viaggi

Nicosia: clima e temperatura della capitale cipriota

Nicosia, nota anche come Lefkosia, è la capitale divisa di Cipro. La sua storia risale a migliaia di anni fa, rendendola una delle più antiche città abitate ininterrottamente nel mondo, e si intreccia con quella ricca e complessa dell’isola.

Storia e divisione di Nicosia

Le origini della capitale cipriota possono essere fatte risalire all’Età del Bronzo, quando nella zona si stabilì un piccolo insediamento. Nel corso dei secoli, la città fiorì sotto diverse civiltà, tra cui i Micenei, gli Assiri, gli Egizi, i Persiani e i Romani. Fu proprio durante il periodo romano che Nicosia acquistò importanza come centro amministrativo regionale.

Nei secoli successivi, Nicosia ha visto l’ascesa e la caduta di diverse potenze, tra cui i Bizantini, i Lusignano, i Veneziani e gli Ottomani. Ognuno di questi imperi ha lasciato il proprio segno sulla città, contribuendo al suo patrimonio architettonico e culturale unico.

Uno dei periodi più significativi della storia di Nicosia si è verificato durante l’epoca medievale, quando i Lusignano, una famiglia nobile francese, governarono su Cipro, trasformando Nicosia in una fiorente città medievale, circondata da imponenti mura difensive. Queste mura, ancora oggi in piedi, racchiudono la città vecchia e presentano undici bastioni e tre porte.

La dominazione dei Lusignano fu segnata da un grande splendore culturale ed economico, con la costruzione di diverse chiese e palazzi, e la città divenne un importante centro commerciale, crocevia di culture tra Europa e Oriente.  Nel 1489, Cipro passò poi sotto il dominio della Repubblica di Venezia, che ne mantenne il controllo per quasi un secolo. I Veneziani rafforzarono le mura della città e costruirono nuovi edifici in stile rinascimentale. Quasi un secolo dopo, nel 1570, gli Ottomani conquistarono la città dopo un lungo assedio, segnando l’inizio del dominio ottomano su Cipro, che durò per circa 300 anni. Fu in quella fase che Nicosia conobbe un periodo di declino e la sua importanza diminuì. Gli Ottomani lasciarono il loro segno sulla città attraverso la costruzione di moschee, bagni turchi e altre strutture architettoniche, come i mercati ma anche per le discriminazioni e persecuzioni religiose subite dalla minoranza greco-cipriota.

Nel XX secolo Nicosia è stata testimone di cambiamenti significativi dovuti alla situazione politica dell’isola. Dopo la Seconda Guerra Mondiale, Cipro divenne una colonia britannica e Nicosia l’epicentro dei movimenti politici e sociali che ne sostenevano l’indipendenza. Questo portò a tensioni tra le comunità greco-cipriota e turco-cipriota, culminate in un periodo di disordini e violenze negli anni Sessanta e Settanta. Nel 1974, un colpo di Stato militare sostenuto dalla Grecia spinse la Turchia a intervenire e a occupare la parte settentrionale dell’isola, compresa una parte di Nicosia. Da allora, Nicosia è stata divisa in due parti: la parte meridionale controllata dalla Repubblica di Cipro, abitata prevalentemente da greco-ciprioti, e la parte settentrionale nota come Repubblica turca di Cipro del Nord, abitata prevalentemente da turco-ciprioti.

Nicosia Buyuk Hann

Fonte: iStock

Lo splendido Buyuk Hann di Nicosia

Nicosia, una situazione in evoluzione

Nonostante la divisione, visibile per via della “linea verde” che delimita la zona cuscinetto, di circa 300 mt., controllata dalle Nazioni Unite tramite le forze UNFICYP, a tenere separate le due aree e di un valico di frontiera che permette il passaggio controllato tra le due parti, Nicosia rimane un importante centro culturale, economico e politico dell’isola di Cipro. È sede di numerosi siti storici, musei ed eventi culturali che mostrano il ricco patrimonio della città. La storia di Nicosia è una testimonianza della resilienza e della complessità della storia di Cipro. Riflette le diverse influenze e lotte che hanno trasformato la città in ciò che è oggi, un luogo in cui le antiche tradizioni si fondono con le aspirazioni moderne. Negli ultimi anni ci sono stati alcuni progressi in merito al processo di riunificazione, anche se le tensioni tra le due comunità rimangono alte per via di alcune questioni come lo status di Cipro, la proprietà delle terre e i diritti dei rifugiati. Nonostante le difficoltà, ci sono anche segnali di speranza e cooperazione tra le due comunità e vengono organizzati regolarmente eventi e scambi culturali per promuovere il dialogo e la comprensione reciproca. Inoltre le nuove generazioni di greco-ciprioti e turco-ciprioti mostrano un atteggiamento più aperto e disponibile al dialogo rispetto al passato. La speranza quindi è che un giorno Nicosia possa tornare ad essere una città unita e capitale di un’isola riunificata, per il raggiungimento di un processo di pace duraturo su cui giocano un ruolo fondamentale Nazioni Unite, Unione Europea e gli altri attori internazionali. attraverso il ruolo fondamentale di Nazioni Unite, Unione Europea

Il clima di Nicosia: quando visitare la capitale divisa

Nicosia, capitale di Cipro, vanta un clima mediterraneo caratterizzato da estati lunghe, calde e secche, e inverni brevi e miti. Si tratta sicuramente di una destinazione ideale per chi ama le temperature elevate e le giornate lunghe mentre generalmente, le stagioni dal clima più gradevole per poter godere a pieno della propria visita, anche dal punto di vista enogastronimico, sono la primavera e l’autunno.

Temperature medie:

  • Media annua: 19°C
  • Mese più freddo: gennaio (10°C)
  • Mese più caldo: luglio (33°C)

Precipitazioni:

Le precipitazioni medie annue si aggirano intorno ai 350 mm, concentrate principalmente nei mesi invernali, pur non essendo mai abbondanti. Da maggio a settembre, il periodo più secco, le precipitazioni sono scarsissime.

Inverno (dicembre – febbraio):

Le temperature medie oscillano tra i 10°C e i 15°C, decisamente gradevoli. Pur essendo inverno, le giornate sono per lo più oleggiate, con limitate piogge occasionali. Le precipitazioni nevose sono rare, ma possono verificarsi nelle zone montuose dell’isola. A febbraio l’isola festeggia il Carnevale, un’ottima scusa per viaggiare in questo periodo.

Primavera (marzo – maggio):

Il periodo migliore per visitare Nicosia: le temperature medie raggiungono i 20°C, a maggio, le giornate sono lunghe e soleggiate, quasi del tutto assenti le precipitazioni. A maggio si tiene inoltre il Festival Internazionale di Teatro, un buon motivo per visitare la capitale dell’isola in questa stagione.

Estate (giugno – agosto):

Il periodo più caldo e secco dell’anno, in cui si va anche incontro al rischio siccità. Le temperature medie superano i 30°C in luglio e agosto, con giornate lunghe e soleggiate. In questi mesi è assolutamente necessario proteggersi dal sole con creme, cappelli e occhiali scuri, evitando di andare incontro a fastidiose scottature o di incorrere in pericolosi colpi di calore.

Autunno (settembre – novembre):

Le temperature medie iniziano a calare, riassestandosi intorno ai 20°C nel mese di novembre. Aumenta la possibilità di andare incontro a giornate nuvolose e le prime piogge autunnali rinfrescano l’aria e abbeverano la terra resa arida dall’estate. A settembre si tiene il Festival di Musica e questo rimane uno dei migliori momenti dell’anno, insieme alla primavera, per visitare la capitale cipriota.

Categorie
Cipro Europa hotel Idee di Viaggio itinerari culturali Moschee Nicosia Viaggi

Quartieri di Nicosia: le zone migliori dove soggiornare

L’affascinante capitale di Cipro – Nicosia – è una città unica nel suo genere essendo l’ultima capitale al mondo divisa in due parti. Passeggiando per le sue strade, si può percepire l’incontro tra Oriente e Occidente, con un centro storico ricco di antichi edifici e moschee alternate da chiese bizantine e piazze animate. Scegliere dove soggiornare può essere complesso, i quartieri che variano dal pittoresco e storico al moderno e vivace, sono tutti splendidi. In questo articolo ti guidiamo, quartiere dopo quartiere, per aiutarti a scegliere la zona migliore per il tuo hotel o B&B a Nicosia.

Nicosia: un po’ di storia

Situata nella terza isola per dimensioni del Mar Mediterraneo, la città è così suddivisa:

  • La parte meridionale, controllata dalla Repubblica di Cipro.
  • La parte settentrionale, controllata dalla Repubblica Turca di Cipro del Nord, riconosciuta dalla sola Turchia.

Questa divisione risale al 1974 quando, nell’ex colonia britannica, al colpo di stato della Guardia Nazionale di Cipro – sostenuto dalla Grecia – seguì l’invasione della parte settentrionale dell’isola per mano dell’esercito turco, che portò alla cattura di una significativa porzione del nord dell’isola (inclusa la parte settentrionale di Nicosia). Questa separazione è mantenuta da una zona cuscinetto dell’ONU nota come la Linea Verde. Nel 1983, la parte settentrionale dichiarò unilateralmente l’indipendenza come Repubblica Turca di Cipro del Nord venendo riconosciuta unicamente dalla Turchia. La comunità internazionale infatti considera questo territorio come territorio della Repubblica di Cipro.

Dove dormire a Nicosia: meglio a Nord o Sud?

Dopo aver esplorato brevemente la storia della città e in generale dell’isola di Cipro, necessaria per avere una maggior comprensione del luogo dove andrai a soggiornare, scopriamo insieme quali sono i migliori quartieri di Nicosia per soggiornare per lunghi o brevi periodi. Innanzitutto, è importante specificare che, nonostante la divisione in essere, passare da una parte all’altra della città è relativamente semplice grazie a vari punti di attraversamento, come ad esempio quello di Ledra Street, che permette il passaggio pedonale tra le due zone della città. Non sono necessari visti particolari per la maggior parte dei visitatori, ma è importante portare con sé il passaporto. Le procedure di controllo sono generalmente rapide e senza complicazioni.

In termini di prezzi, soggiornare nella parte settentrionale di Nicosia tende a essere più economico rispetto alla parte meridionale. La Repubblica Turca di Cipro del Nord utilizza la Lira Turca come valuta principale, il che contribuisce a prezzi più bassi per beni e servizi rispetto all’Euro utilizzato nella Repubblica di Cipro. I visitatori possono trovare alloggi, cibo e attività a prezzi più accessibili nella parte nord della città, rendendola una scelta attraente per i viaggiatori che amano le mete low-cost. Tuttavia, è importante segnalare che la parte meridionale offre una gamma più ampia di opzioni di alloggio, comprese strutture di lusso e hotel boutique, che possono giustificare i costi leggermente più alti.

Zona Nord: guida ai quartieri dove prenotare l’hotel a Nicosia

Se nell’organizzare il tuo viaggio a Nicosia, preferiresti soggiornare nella zona meridionale della città, ecco i 4 quartieri migliori per cercare la tua sistemazione:

Centro Storico (Laiki Geitonia)

Il centro storico di Nicosia è caratterizzato da strette stradine pedonali, edifici tradizionali e numerosi negozi, ristoranti e caffè. La zona è particolarmente vivace, con molte attrazioni turistiche, tra cui:

  • Il Museo di Cipro, che ospita una vasta collezione di reperti archeologici per un affascinante viaggio attraverso la storia dell’isola, dall’era preistorica fino all’epoca romana, con esposizioni che includono statue, ceramiche e gioielli antichi.
  • La Cattedrale di San Giovanni, un magnifico esempio di architettura barocca risalente al XVII secolo, famosa per i suoi affreschi che adornano le pareti interne e che raffigurano scene bibliche e momenti salienti della storia religiosa di Cipro, una tappa imperdibile per chi visita la capitale.

Se sei alla ricerca di un’esperienza autentica della vita cipriota e di una comoda vicinanza alle principali attrazioni, questo è probabilmente il quartiere più adatto a te. I costi per gli alloggi in questa zona possono variare, con opzioni che vanno dai piccoli B&B agli hotel di fascia media​.

Agioi Omologites

Situato a ovest del centro storico, Agioi Omologites è un quartiere residenziale calmo e tranquillo, ben collegato con il resto della città. La zona è nota per i suoi parchi come, ad esempio, il Parco di Athalassa; e offre una varietà di opzioni per la ristorazione e lo shopping. È ideale per chi cerca un soggiorno più rilassato, lontano dalla frenesia del centro storico. Gli alloggi qui tendono a essere più economici rispetto al centro storico, con una buona selezione di appartamenti, pensioni​ e hotel.

Engomi

Engomi è una delle aree più moderne e sviluppate di Nicosia, situata anch’essa a ovest del centro città. È sede di numerose ambasciate, l’Università di Cipro, e grandi centri commerciali come il Mall of Cyprus. La zona è perfetta per chi preferisce soggiornare in un ambiente contemporaneo con tutte le comodità del caso. I prezzi degli alloggi possono essere leggermente più alti a causa della sua popolarità e della qualità delle strutture disponibili​.

Lykavitos

Lykavitos, a sud del centro storico, è un quartiere residenziale benestante, noto per le sue belle case e le strade alberate. La zona è tranquilla e si trova a breve distanza dal centro, rendendola un’opzione eccellente per chi desidera un luogo tranquillo e accessibile. Questa opzione può essere perfetta qualora viaggiassi in compagnia della tua famiglia. Gli alloggi qui tendono ad essere di fascia medio-alta, riflettendo la qualità dell’area residenziale​.

Zona Nord: guida ai quartieri dove prenotare l’hotel a Nicosia

Strada di Nicosia

Fonte: iStock

Scorcio pittoresco di una strada del centro di Nicosia

Se, invece, per il tuo soggiorno nella splendida capitale cipriota preferisci alloggiare nella zona settentrionale, ecco i 4 quartieri dove scegliere la tua sistemazione, sulla base delle tue preferenze.

Centro Storico di Nord Nicosia

Il cuore della parte settentrionale di Nicosia è sicuramente il centro storico, caratterizzato da architetture ottomane e gotiche. Tra le principali attrazioni troviamo:

  • Il Büyük Han, antico caravanserraglio, ovvero una specie di albergo primitivo storicamente utilizzato in Oriente per la sosta delle carovane e ora adibito a mercato artigianale.
  • La Moschea Selimiye, originariamente una cattedrale gotica trasformata in moschea.

La zona è ideale per chi desidera immergersi nella storia e nella cultura. Gli alloggi qui sono generalmente più economici rispetto alla parte meridionale, con molte pensioni e hotel di fascia medio-bassa a disposizione​.

Samanbahçe

Samanbahçe è uno dei primi progetti di edilizia popolare a Cipro del Nord, costruito nel XIX secolo. La zona è famosa per le sue tipiche case storiche e il suo ambiente pittoresco. È un luogo affascinante per soggiornare e che offre un’atmosfera tradizionale e tranquilla. I prezzi degli alloggi sono molto accessibili, rendendolo una scelta eccellente per i viaggiatori attenti al budget​.

Arabahmet

Arabahmet è un altro quartiere storico della parte settentrionale di Nicosia. Noto per le sue tradizionali case ottomane e le strade acciottolate, è un’area ricca di storia e offre una varietà di piccoli caffè e ristoranti dove si può gustare la cucina tipica locale. Gli alloggi in questa zona tendono ad essere economici, con molte opzioni di guesthouse e piccoli hotel boutique​.

Kyrenia Gate

Questo quartiere è situato vicino all’antica porta di Kyrenia ed è una delle prime aree che si incontrano entrando nella parte settentrionale della città. Si tratta di una zona vivace anche grazie ai suoi numerosi negozi e mercati, i quali la rendono ideale per gli amanti della movida, soprattutto notturna, che cercano soggiorni in zona animate e ricche di attività. Anche qui, i costi degli alloggi sono generalmente inferiori rispetto alla parte sud, con una buona scelta di sistemazioni economiche.

 

In conclusione, Nicosia offre una vasta gamma di opzioni per il soggiorno adatte alle esigenze di tutti. Che si preferisca l’atmosfera storica e tradizionale del centro della città meridionale, la modernità dei quartieri occidentali, o il centro storico della parte settentrionale, c’è sempre qualcosa che soddisfa le esigenze di ogni viaggiatore. L’accessibilità tra le due parti della città rende possibile esplorare e sperimentare entrambe le culture, offrendo un’esperienza di viaggio ricca, variegata e decisamente unica.