Categorie
Belgio Europa Idee di Viaggio Lussemburgo Viaggi

Visitare il cuore dell’Europa: come arrivare in Lussemburgo

Trovarsi nel cuore dell’Europa. È la sensazione che si prova all’arrivo nel Granducato di Lussemburgo, Paese minuscolo ma dalla storia importante e con un ruolo significativo nella formazione dell’Unione Europea. Oggi Città di Lussemburgo, con i suoi 125.000 abitanti, è la capitale ufficiale della UE, oltre che del Paese, e sede della Corte di Giustizia Europea.
L’aeroporto di Lussemburgo Findel è dunque il punto di partenza ideale per visitare il centro dell’Unione, ben collegato con gli altri scali internazionali e facilmente raggiungibile via terra anche da Belgio, Francia e Germania.

Come raggiungere il Lussenburgo Airport

aeroporto Lussemburgo

Fonte: iStock

Uno dei Terminal dell’aeroporto di Lussemburgo

Il Lussemburgo Airport si trova ad est della città, a soli 8 km di distanza, ed è l’unico aeroporto internazionale del paese. È dotato di due terminal, l’A e il B, collegati tra loro attraverso un ponte pedonale coperto. È facilmente raggiungibile in auto dal Belgio, attraverso le autostrade A6 e A1, dalla Germania, con la A1, e dalla Francia con la A3 e la A1. C’è naturalmente la possibilità, più economica e pratica per chi giunge in Lussemburgo per un breve soggiorno nella capitale, di arrivare e spostarsi dall’aeroporto con i mezzi pubblici. Gli autobus urbani delle linee 6, 16 e 29 fermano alla stazione centrale di Città del Lussemburgo. Partono ogni 15-20 minuti e il tempo di percorrenza è di circa 30 – 45 minuti, in base al traffico. In stazione come in aeroporto trovi anche un efficiente servizio taxi, in caso decidessi per questa opzione. Considera però che nonostante la breve distanza, una corsa in taxi dall’aeroporto al centro cittadino ti costerà circa 30 euro.
Già pianificata e in fase di costruzione un’utilissima estensione della rete tramviaria che raggiungerà il Lussemburgo Airport. Secondo quanto dichiarato, già dal 2025 sarà possibile prendere il tram per spostarsi tra il Lussemburgo Airport e il centro cittadino, attraverso la stazione ferroviaria della capitale. Una scelta economica e sostenibile per muoversi da e per l’aeroporto.

Cosa vedere in Lussemburgo

Il Granducato di Lussemburgo, certamente famoso per la presenza delle istituzioni europee, banche e grandi aziende, vanta ettari di campagna incontaminata e offre paesaggi e viste panoramiche da togliere il fiato, tutte da esplorare. Ogni regione del Lussemburgo ha qualcosa di speciale da offrire, che si tratti della Terra delle Rocce Rosse a sud, della Mullerthal, della regione della Mosella, delle Ardenne a nord o della stessa Città di Lussemburgo.

Inoltre, con 600 km di piste ciclabili e oltre 20 percorsi ciclabili sicuri, il Lussemburgo offre numerose opportunità per esplorare la sua maestosa campagna in bicicletta. Le piste ciclabili sono segnalate e sottoposte a regolare manutenzione per garantire un viaggio senza problematiche. Chi alla bicicletta preferisce le escursioni a piedi, potrà seguire uno dei 200 sentieri escursionistici, per un totale di quasi 5000 km, sparsi in tutto il Paese, attraverso cui esplorare le sue incantevoli foreste e le rigogliose valli, i fiumi che serpeggiano lentamente e i laghi cristallini.

Sede di tre siti del Patrimonio Mondiale dell’UNESCO, il Granducato è un paradiso per gli amanti della storia e della cultura. Grazie alla sua posizione strategica in Europa, il Lussemburgo è diventato una delle più grandi città fortificate del continente. Gran parte di queste fortificazioni sono rimaste in piedi per raccontare il ricco passato del Paese.

Infine, potrai provare i tanti sapori della cucina lussemburghese, che vanta una miriade di influenze culturali. Sia che tu preferisca un sontuoso pasto a 5 stelle o uno spuntino veloce, troverai sicuramente qualcosa capace di stuzzicare il tuo palato. Naturalmente, oltre al buon cibo c’è anche il buon vino ed è per questo che una visita in Lussemburgo è d’obbligo. La regione della Mosella è rinomata per il suo vino bianco dolce e per i numerosi vigneti che costeggiano il fiume.

Categorie
Idee di Viaggio itinerari culturali Lussemburgo musei Viaggi viaggiare

I musei del Lussemburgo da visitare

Il Lussemburgo sorprende per la sua ricca cultura. Piccolo granducato nel cuore dell’Europa che confina con Germania, Francia e Belgio, vanta numerosi musei da visitare assolutamente. Tutti i viaggiatori resteranno piacevolmente colpiti osservando le collezioni di questi musei che vanno dall’arte antica a quella contemporanea, da quella orientata alla storia locale a quella internazionale. Insomma nei musei del Lussemburgo si respira davvero moltissima cultura. Visitarli tutti è molto difficile a meno che non si abbia un tempo infinito a disposizione, ma in base a quelli che sono i nostri interessi e le nostre esigenze è possibile scegliere quelli migliori. Scopriamo di seguito i più interessanti che vanno assolutamente inseriti nell’itinerario di viaggio.

I musei del Lussemburgo da visitare

Nonostante sia un piccolo luogo, il Lussemburgo ha cultura da vendere. Lo dimostrano non soltanto i musei, ma soprattutto i suoi edifici storici che colpiscono per la loro affascinante architettura. Se è l’arte a colpire la nostra attenzione, si potranno selezionare alcuni musei che per le nostre passioni risulteranno più interessanti. Ma quali sono quelli da visitare?

Mudam Luxembourg

Il Mudam, il museo di Arte Moderna di Lussemburgo, ospita collezioni e installazioni di artisti celebri nel mondo. Già la sua struttura potrebbe essere considerata un’opera d’arte, se pensiamo che è stata progettata da Pei, l’architetto che ha realizzato il Louvre. A renderlo unico sono le sue forme:  la piramide e la spirale oltre che le grandi vetrate. Non sono le uniche bellezze di questo luogo, dal suo giardino, infatti, è possibile godere di una vista mozzafiato sulla città.

  • Dove: 3, Park Dräi Eechelen, Lussemburgo-Kirchberg
  • Orari: martedì dalle 10 alle 18; mercoledì dalle 10 alle 21; dal giovedì alla domenica dalle 10 alle 18.
Museo d'Arte Moderna di Lussemburgo

Fonte: iStock

Lussemburgo, il museo d’arte moderna

National Art and History Museum

Il museo nazionale di storia ed arte, MNHA, è il più grande del Paese ed offre numerose opere che spaziano tra quadri, sculture, monete e molto altro altro. Da visitare sicuramente la sezione gallo romana e la pinacoteca. Si può considerare il museo dedicato alle grandi collezioni.

  • Dove: Marché–aux-Poissons, 2345 Lussemburgo.
  • Orari: martedì e mercoledì dalle 10 alle 18; giovedì dalle 10 alle 20; venerdì-domenica dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso.   

Luxembourg City History Museum

Si tratta del luogo perfetto per chi desidera scoprire e conoscere mille anni di storia della città. I quattordici edifici che lo costituiscono sono stati realizzati tra il XVII e il XIX secolo e raccontano le varie fasi della trasformazione dello Stato. Tra le numerose opere d’arte e documenti storici, merita una visita l’ascensore di vetro che si muove lungo le mura all’interno del museo.

  • Dove: 14, rue du Saint-Esprit, Lussemburgo.
  • Orari: martedì-mercoledì dalle 10 alle 18; giovedì dalle 10 alle 20; dal venerdì alla domenica dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso.

Natur musée

Il Natur musée, come si può intuire dal suo nome, è dedicato alla natura e alla scienza. Ospita la più grande collezione di storia naturale del paese vantando milioni di esemplari attraverso i quali racconta la storia della vita sul nostro pianeta. Non solo piante, ma anche animali, fossili e minerali a rendere ancora più affascinante questo luogo che trova spazio nel quartiere di Grund.

  • Dove:  25 Rue Münster, Grund Lussemburgo.
  • Orari: martedì dalle 10 alle 20; mercoledì-domenica dalle 10 alle 18. Lunedì chiuso.
Natur musée di Lussemburgo

Fonte: iStock

Visitare il Natur musée a Lussemburgo

Museo nazionale delle Miniere di ferro

Il sud del Lussemburgo è da sempre noto per le sue miniere di ferro, che conferiscono al suolo quel colore rosso che tanto lo caratterizza. Durante la prima guerra mondiale, il Lussemburgo è stato uno dei principali produttori di ferro e ghisa; tutta la sua storia è racchiusa nel museo nazionale delle miniere di ferro. Da provare sono la corsa sulla ferrovia dei minatori nelle gallerie di Rumelange e l’arrampicata su un altoforno delle ex ferriere di Belval. Si tratta di un percorso davvero suggestivo per scoprire questo angolo di mondo non sempre noto. È un museo perfetto anche per i bambini che resteranno affascinati da questo luogo senza tempo.

  • Dove: Carreau de la Mine Walert, 3, 3714 Rumelange
  • Orari: (aprile-giugno-settembre) giovedì-domenica dalle 14 alle 18; (luglio-agosto) martedì-domenica dalle 14 alle 18; (ottobre-marzo) apertura ogni 2° domenica del mese su prenotazione.

Casino Luxembourg

Museo dedicato alle mostre di giovani artisti contemporanei che vanta un cospicuo calendario di interessanti eventi. Situato nel centro della città, si tratta di un piccolo forum di arte contemporanea ristrutturato da poco, quindi nel suo pieno splendore, dove anche i più piccoli potranno trovare cose interessanti.

  • Dove: 41 Rue Notre Dame, 2240 Ville-Haute Lussemburgo.
  • Orari: visite guidate su prenotazione (anche per bambini).

Qualche consiglio utile per un viaggio in Lussemburgo

Ogni paese necessita di alcuni accorgimenti prima di essere visitato, in modo che rappresenti un’esperienza ideale per tutti i turisti. Nel caso del Lussemburgo ci sono alcuni consigli utili e preziosi da tenere presenti prima di partire.

Ecco quali sono:

  1. Migliore periodo dell’anno. Le stagioni perfette per un viaggio lussemburghese sono la primavera e l’autunno, quando il clima è mite e risulta piacevole dedicarsi alle molte escursioni e camminate che è possibile fare. Anche l’estate, nonostante abbia temperature più calde, ha i suoi vantaggi come quello di un ampio calendario di festival di vario genere così come l’inverno, stagione in cui i mercatini di Natale rappresentano l’attrazione più interessante e suggestiva.
  2. Affittare una bicicletta può essere la giusta soluzione per visitare la città come le sue affascinanti campagne e i villaggi.
  3. Il Lussemburgo ha anche una gustosissima tradizione culinaria tutta da assaggiare. Tra i piatti tipici che non possono mancare sulla tavola del vero turista ci sono: kniddelen, cioè gustosi gnocchi morbidi che vengono cotti sia in padella che al vapore e serviti con burro e panna; Judd mat Gaardebounen, ovvero carne di maiale affumicata accompagnata da fave. Per ultimo non può mancare la friture de la Moselle, un piatto di frittura di pesce della regione della Mosella, ed è proprio da questo che deriva il suo nome. Pastellati e fritti fino alla massima croccantezza, questi piccoli pesci vengono serviti insieme a limone e un bicchiere di vino locale. Si tratta di un piatto che difficilmente può mancare soprattutto nei ristoranti lungo il fiume.

Visitare i musei del Lussemburgo, quindi, può essere anche un modo interessante per scoprire molti altri aspetti di uno dei gioielli dell’Europa.

 

 

Categorie
Consigli itinerari culturali Lussemburgo Viaggi viaggiare

Lussemburgo: clima e temperatura della città

Il Lussemburgo, piccola nazione situata nel cuore dell’Europa centrale, è spesso conosciuto per il suo ruolo fondamentale a livello finanziario e politico per l’intero sistema europeo.

Tuttavia, questo affascinante Paese, con la sua capitale Lussemburgo, offre molto di più che solo grattacieli e banche. La sua capitale è un gioiello nascosto e ancora probabilmente poco conosciuto a livello turistico, che vanta un ricco patrimonio culturale, architetture storiche medievali e paesaggi unici e pittoreschi. Pianificare nei dettagli una visita verso questo affascinante Paese ed in questa grande città è importante, come del resto conoscere il clima e la temperatura del luogo per preparare al meglio il proprio itinerario e godere della visita senza imprevisti dal punto di vista climatico.

Cascate del Lussemburgo Schiessentumpel

Fonte: iStock

Le cascate del Lussemburgo Schiessentumpel, escursione fuori città

Com’è il clima di Lussemburgo?

Il clima di Lussemburgo è un clima tipicamente temperato, con inverni miti ed estati fresche, influenzato principalmente dalle correnti dell’Oceano Atlantico, che contribuiscono a rendere il clima relativamente umido e moderato. Le precipitazioni, durante l’anno, sono distribuite uniformemente, anche se nei mesi autunnali risulta una certa intensificazione, con una media di 8/9 giornate di pioggia al mese.

Le stagioni in Lussemburgo

Per capire meglio cosa aspettarsi durante l’anno ed organizzare la visita a Lussemburgo nel miglior modo possibile, è utile guardare nel dettaglio le stagioni che caratterizzano il Paese durante l’anno:

Inverno, da Dicembre a Febbraio

La temperatura a Lussemburgo di inverno va dagli o°C ai 5°C , si parla dunque di un clima fresco, ma raramente estremamente freddo. In questi mesi si verificano spesso alcune nevicate, che ricoprono la città di Lussemburgo di un leggero manto bianco, aggiungendo un tocco magico alle sue storiche e incantevoli strade medievali oppure gli edifici storici che circondano la città, come il castello di Vianden. Le giornate sono corte e il sole tramonta presto, soprattutto nel mese di Dicembre.
Visitare la città di Lussemburgo in questo periodo è ideale per chi ama l’atmosfera natalizia, con i mercatini di Natale che animano il centro città e le decorazioni che illuminano le strade.

Primavera, da Marzo a Maggio

La stagione probabilmente migliore per visitare Lussemburgo città è la primavera.

Il clima di Lussemburgo in questi mesi, infatti, è molto gradevole (dai 5°C ai 15°C), con giornate che diventano man mano più lunghe e soleggiate. È la stagione perfetta perché permette di visitare i parchi ed i giardini delle città con i loro coloratissimi fiori, ma non c’è solo questo. È, infatti, il periodo perfetto per godere delle migliori escursioni nei dintorni di Lussemburgo senza la folla dei periodi di alta stagione, per un’atmosfera più tranquilla e rilassata.

Estate, da Giugno ad Agosto

L’estate, l’alta stagione di Lussemburgo, un periodo in cui le temperature raramente superano i 25°C. Durante questi mesi le giornate sono lunghe e soleggiate e permettono di vivere le numerose attrazioni all’aperto, partecipare ai diversi festival in giro per la città di Lussemburgo e fare escursioni. Luglio è considerato il mese più caldo, con temperature che superano di poco i 20°C.

Anche l’estate in Lussemburgo è periodo di alta stagione, la città non perde mai il suo fascino accogliente e rilassato, dai tratti storici ed unici.

Autunno, da  Settembre a Novembre

Le temperature in Lussemburgo d’autunno si possono considerare nella media europea, dai 10°C ai 15°C, che via via scendono verso i 5°C di Novembre. L’autunno è caratterizzato da giorni più piovosi e da un’atmosfera fresca. Visitare il Lussemburgo d’autunno permette, oltre che di godere di un clima piacevole, anche di ammirare gli alberi nei parchi e nei boschi che si tingono di rosso, arancione e giallo, creando paesaggi unici e suggestivi, perfetti per passeggiate romantiche e scatti indimenticabili.

Scorcio del Fiume Alzette di Lussemburgo

Fonte: iStock

Scorcio del fiume Alzette che attraversa la città di Lussemburgo

Consigli per un viaggio in Lussemburgo

Come vestirsi per scoprire la città di Lussemburgo e i suoi dintorni?

Per vivere al meglio l’esperienza lussemburghese e le diverse esperienze che il territorio del Lussemburgo ha da offrire, la scelta dell’outfit in base alla stagione non è da lasciare al caso.

Nei mesi più caldi e miti, come la primavera e l’estate, il consiglio migliore è quello di affidarsi ad un abbigliamento leggero e, dove possibile, a strati. Come spiegato in precedenza, il clima del Lussemburgo non è afoso e torrido in questi mesi, come magari il resto del continente. Dunque, un abbigliamento di questo tipo, accompagnato da scarpe morbide per le numerose escursioni fuori la città di Lussemburgo, è l’ideale.

D’altro canto, in inverno ed autunno, non può mancare una giacca impermeabile nella propria valigia o, comunque, un ombrello. Questo a causa della probabilità di pioggia più elevata nel periodo autunnale. Inoltre, le scarpe impermeabili possono aiutare sia in caso di pioggia per le escursioni fuori porta, sia per contrastare la neve nei periodi invernali.

Attività ed attrazioni nella capitale del Lussemburgo

È importante prendere in considerazione il clima prima di una visita in questo piccolo Paese, incastonato tra Belgio, Francia e Germania, poiché in base alle varie stagioni è possibile svolgere diverse attività e visitare diverse attrazioni.

In inverno, ad esempio, sono da non perdere i mercatini di Natale, con i loro profumi, le loro luci ed i prodotti di artigianato locale, o anche le piste di pattinaggio. La neve ed il clima invernale del Lussemburgo possono rendere questo periodo davvero magico, per grandi e bambini.

In primavera le attrazioni principali sono giardini e parchi, come il Parc Municipal de la Ville de Luxembourg e il Parc de Merl-Belair, per ammirare la natura in fiore, ed il centro storico, da esplorare con più calma data la bassa stagione.

In estate, invece, grazie al clime mite del Lussemburgo, in città si organizzano numerosi festival all’aperto, dal Festival della Musica al Festival del Cinema, oltre che avere la possibilità di fare moltissime escursioni nelle vicinanze della città di Lussemburgo.

Proprio come l’estate, poi, anche l’autunno è uno dei periodi migliori per fare delle escursioni, nonostante il clima lussemburghese decisamente più piovoso. Per gli amanti della fotografia, infatti, la natura offre paesaggi unici, da immortalare almeno una volta nella vita.

Lussemburgo, con il suo clima temperato e le stagioni ben definite, offre un’esperienza unica e affascinante in ogni periodo dell’anno. Per programmare una visita durante il periodo invernale per scoprire l’atmosfera natalizia oppure pensare ad un’avventura estiva per esplorare i festival e le attrazioni all’aperto, conoscere il clima e la temperatura della città aiuterà a preparare al meglio l’itinerario per Lussemburgo in modo perfetto.

Categorie
Borghi Idee di Viaggio Lussemburgo Viaggi

Castello di Vianden in un borgo da favola: cosa vedere e informazioni

Il Castello di Vianden si trova in una cornice da favola: siamo in Lussemburgo, precisamente a Vianden, in uno dei borghi più famosi in Europa. Se hai sempre sognato di visitare il Castello delle Principesse visto nelle grandi fiabe, Vianden ti porta in un luogo senza tempo, che non ha mai tradito la sua identità, immerso in un contesto lussureggiante. Monumento di spicco di Vianden, il Castello è uno dei più grandi (aggiungiamo maestosi) che tu possa mai visitare. Ti raccontiamo la sua storia, cosa vedere e cosa fare e tutte le informazioni utili per una visita indimenticabile.

La storia del Castello di Vianden

Castello di Vianden, storia e origini

Fonte: iStock

Castello di Vianden, le origini e la costruzione

A una prima occhiata, puoi osservare sin da subito le sue ottime condizioni: sono stati diversi gli interventi di restaurazione nel corso dei secoli per mantenere la sua bellezza. Le prime tracce della costruzione del Castello di Vianden risalgono al lontano IV secolo: all’epoca era un sito destinato alla guarnigione ufficiale dell’armata romana. Dal primo forte, poi, siamo giunti all’ampliamento avvenuto durante l’epoca carolingia. Ma ci sono voluti ulteriori secoli di storia per la realizzazione completa del castello che ammiriamo oggi, esattamente a partire dall’XI secolo. La sua costruzione è continuata nel corso dei secoli, con modifiche, ampliamenti e ulteriori apporti architettonici importanti.

Dallo stile romanico dell’XI secolo, siamo passati all’introduzione dello stile gotico, esattamente tra il XIII e il XIV secolo. Sono stati i Conti di Vianden a modificare ulteriormente l’aspetto del Castello, per poi passare nelle mani degli Orange-Nassau, che invece hanno introdotto le influenze rinascimentali, esattamente nel 1417. Quando è stata completata la costruzione? Ebbene, questo luogo è speciale proprio per questo motivo: da quel sito risalente al IV secolo, siamo giunti al XVII secolo. Millenni di storia che oggi puoi ammirare con i tuoi occhi, alla scoperta delle varie modifiche avvenute nel corso dei secoli. Oggi – anzi, esattamente nel 1977 – gli Orange-Nassau, dopo più di 500 anni, hanno ceduto il Castello di Vianden al Granducato. Nello stesso anno, è stato restaurato con lo scopo di preservare la sua bellezza e forma storica.

Come raggiungere il Castello di Vianden

Visitare il Lussemburgo è un’esperienza da non perdere. Vianden si trova esattamente al nord del Paese, precisamente nel distretto di Diekirch: ti trovi quasi al confine con la Germania. Come raggiungere il borgo e il Castello? Dalla capitale del Lussemburgo, impieghi qualche ora di treno (poco meno di tre, tra treno e bus). In alternativa, è possibile prendere il bus diretto per Vianden. Nei suoi dintorni c’è un parcheggio, il cui costo è di circa 4,00 euro, ma dipende dalle ore di sosta. Il modo più facile per raggiungere il Castello è in auto (dista 50 km dalla Città del Lussemburgo).

Cosa vedere al Castello di Vianden

Cosa vedere al Castello di Vianden

Fonte: iStock

Finestra panoramica del Castello di Vianden

Città e Castello di Vianden sono stati inclusi nella lista dei Patrimoni Mondiali dell’UNESCO nel 2013. Al suo interno si trova un centro dedicato ai visitatori, che offre un approccio didattico al Castello: puoi immergerti totalmente nella sua storia, ripercorrendo le modifiche nel corso dei secoli, una sorta di “sentiero immersivo” attraverso la storia. Il progetto è stato curato da esperti storici, archeologici, architetti, con documenti storici.

Una volta arrivata a Vianden, non puoi non innamorarti della vista panoramica: il Castello si trova in una posizione privilegiata, a 310 metri dalla vallata sottostante. Sono due le strade che ti conducono al Castello: la prima include la possibilità di oltrepassare il ponte e di seguire la strada in salita. La seconda, invece, prevede l’arrivo al Castello in funivia, raggiungendo la stazione della Télésiege. Il tragitto dura pochi minuti, e la vista è mozzafiato.

Arrivata al Castello, accedi dall’ampia corte, dove puoi subito osservare la torre ottagonale: il secondo step è la visita alle sale, molte delle quali sono arredate. Da non perdere assolutamente la Sala dei Cavalieri, la Sala Bizantina, la Cappella, la Galleria Monumentale e il pozzo. Non manca un souvenir shop dove fare acquisti, per sé e per i cari a casa. Al di là delle sale finemente restaurate, rimarrai senza parole di fronte ai cortili interni ben curati, ai saloni decorati, con una collezione di arredi antichi e armi medioevali. Particolare menzione per la vista dalle finestre del Castello, che offrono uno spaccato sul borgo cittadino.

Non privarti di una visita nel grazioso e idilliaco borgo di Vianden: tra stradine e ciottoli, le sponde del fiume Sauer, la tranquillità e la pace del luogo, sono molteplici le cose da vedere. Nel tuo itinerario ti suggeriamo di inserire il Convento dei Padri Trinitari, la Chiesa dell’Ordine della Santa Trinità, il Museo del Giocattolo e, ovviamente, per gli appassionati di letteratura (e non), la splendida statua di Victor Hugo, proprio di fronte all’abitazione dove ha soggiornato per le vacanze, e che oggi ospita il museo.

Informazioni sulla visita al Castello di Vianden: orari, biglietti, visite guidate

Castello di Vianden: biglietti, orari, visite guidate

Fonte: iStock

Castello di Vianden, i magnifici dintorni

Il Castello di Vianden è aperto tutti i giorni, generalmente dalle ore 10.00 fino alle ore 18.00, ed è chiuso il 25 dicembre e il 1 gennaio. Oggi è persino possibile festeggiare eventi e cerimonie al suo interno: le sale ospitano da 40 a 220 persone. Per visitarlo, non è necessaria la prenotazione. Aggiungiamo che, se viaggi con il tuo amico a quattro zampe al seguito, i cani sono ammessi nel cortile e nella caffetteria. Ulteriori date da prendere come riferimento:

  • dal 02/01 al 28/02 dalle 10:00 alle 16:00;
  • dall’1/03 al 31/03 dalle 10:00 alle 17:00;
  • dall’1/04 al 30/09 dalle 10:00 alle 17:00 18:00;
  • dall’1/10 al 31/10 dalle 10:00 alle 17:00;
  • dall’1/01 al 30 dicembre dalle 10:00 alle 16:00.

Per quanto riguarda il costo del biglietto, ecco come viene differenziato, tenendo presente che i costi non sono i medesimi durante la Festa Medievale:

  • Adulti: 10 euro;
  • Studenti da 13 a 25 anni: 5 euro;
  • Bambini da 6 a 12 anni: 2.50.

All’ingresso è possibile richiedere un’audioguida disponibile anche in italiano al costo di 2,00 euro. Per una visita guidata, è necessario contattare l’e-mail ufficiale del Castello di Vianden. Il costo del tour si somma al prezzo del biglietto, quindi devi considerare 85 euro in più (a persona). L’ingresso al Castello è gratuito con la Luxembourg Card, che ti permette di scoprire le numerose attrazioni in Lussemburgo. Non vedi l’ora di scoprire il Castello delle fiabe più bello d’Europa? Non ti rimane che pianificare il tuo viaggio.